In occasione di Vecchi Libri in Piazza – Food & Wine, dedicato alla Gastronomia, presso lo stand della Libreria Utopica Pratica potrete trovare:

cibo come arte

Reinhart Wolf – Giappone, Cibo come arte, RCS – Prima edizione 1988

“L’ammirazione che nell’osservatore occidentale suscitano il rigore, la grazia, la semplicità, la raffinatezza degli oggetti e dei modi di fare giapponesi dipende da una coscienza e da una sensibilità completamente diverse. Se esse – come le nature morte gastronomiche qui fotografate da Reinhart Wolf – ci inducono a osservarle come immagini assolute, non bisognerà dimenticare tuttavia che l’opera d’arte giapponese non è mai stata concepita come prodotto di un’attività specifica”.


cucina osteria

Giordano Pitt, Cucina e Osterie della vecchia Milano, Virgilio – Prima ed 1978

“I milanesi sono dei mangioni, cioè, eccessivi mangiatori, perciò vengono frequentemente accusati e … calunniati. Noi, all’opposto, diciamo le cose come meritano; sono dei buongustai, sanno scegliere dei buoni cibi, li sanno confezionare, li sanno anche presentare, soprattutto.Un originale intenditore e buongustaio, Riccardo Gavirati, ha raccolto nel 1934 un certo numero di ricette della cucina milanese. Ora, un altro buongustaio le ha raccolte e tradotte, eccole!”.